Programmazione Eventi
<<  Ottobre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
discipline_manuali

comunicative

La comunicazione dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe.

In Italiano il termine "comunicazione" ha il significato semantico di "far conoscere", "rendere noto".

La comunicazione si pone lo scopo di creare un processo in cui un soggetto che ha una idea, possa far si che il suo interlocutore pensi o faccia qualcosa.

La comunicazione ci coinvolge tutti in ogni momento, durante un colloquio tra persone, mentre guardiamo la televisione, leggiamo i giornali, guardiamo la pubblicità e cosi via.

Possiamo dire che :

  • È un rendere partecipe ad altri di notizie, fatti, situazioni e propri stati d’animo

  • È uno scambio di parole con altri

  • È trasmettere, è parlare e condividere

Nell'uso quotidiano, la comunicazione è lo scambio di pensieri tra esseri umani:

  • Trasmettere un messaggio quindi, da A a B

  • E’ vero infatti che da una buona comunicazione nascono buone famiglie, ottimi ambienti di lavoro

  • Da una cattiva comunicazione possono nascere le incomprensioni, le litigate in famiglia, la frustrazione nella vita quotidiana

Dobbiamo ricordarci che in ogni momento della nostra vita:

  • Non si può non comunicare

  • Ogni comunicazione è comportamento

  • Ogni comportamento è comunicazione

La comunicazione interpersonale si suddivide a sua volta in tre parti.

  • La comunicazione verbale: che avviene attraverso l'uso del linguaggio.

  • La comunicazione non verbale: che riconosciamo attraverso tutti i segnali del corpo, mimiche facciali, sguardi, gesti, posture, caratteristiche fisiche e posizioni sociali.

  • La comunicazione para verbale: che analizza il timbro, il registro, il volume, la dizione, la cadenza e la modulazione. Anche le pause ed altre espressioni sonore quali lo schiarirsi la voce, o giocherellare con qualsiasi oggetto.